Che cos’è la cellulite e come affrontarla

La cellulite è una malattia, anche se non può essere considerata una vera e propria patologia. E’ piuttosto diffusa, colpisce una larga fetta della popolazione femminile. Nonostante le ricerche e le scoperte recenti, l’ambiente medico si dimostra generalmente insensibile a questo disturbo, continuando a considerarlo un fenomeno di ordine estetico, ma combattere la cellulite è molto di piu’.

I vecchi dizionari di medicina la definivano “lipodistrofia localizzata dal connettivo” oppure “panniculopatia edematofibrosclerotica” o anche “processo infiammatorio degenerativo connettivo ed adiposo del derma“. Dietro queste difficili definizioni si nasconde una semplice e sola cosa, la comune cellulite che si palesa con la classica pelle a buccia d’arancia.

cellulite
In realtà si tratta di un’alterazione del tessuto sottocutaneo i cui risultati sono, purtroppo, noti a moltissime donne (infatti è una patologia che colpisce quasi esclusivamente il sesso femminile).

Perche viene la cellulite?

La gravidanza, la pubertà, un innalzamento del peso corporeo, il diabete, la cattiva alimentazione, ma soprattutto fattori genetici. Se ne soffriva vostra mamma è probabile che ne soffrirete anche voi.

Altrettanto noti sono i meccanismi con cui si sviluppa: un cattivo drenaggio a carico del sistema linfatico causa l’inizio di un circolo vizioso che porterà ad una alterazione delle molecole che formano il connettivo, favorendo la comparsa della cellulite che, a seconda delle fasi dello sviluppo può definirsi dura o molle.

Tutto ciò però non basta a capire del perchè nasca. Se osserviamo bene dov’è che si forma la cellulite ci rendiamo conto che le zone sono circoscritte all’ addome, pancia, fianchi, glutei soprattutto e cosce ma non mancano in alcuni casi anche braccia e schiena. Un altro fatto significativo da notare è che solo nella razza bianca riscontriamo la presenza di cellulite e questo ci fa riallacciare alla sfera sessuale: tradizioni diverse dove il rapporto con la sessualità è più istintivo non sono colpite da questa “malattia”. Possiamo quindi inquadrare il problema come risultato di un conflitto sessuale dove entrano in gioco anche fattori psicosomatici, ecco perchè in futuro nel blog parleremo anche degli aspetti psicologici che portano alla cellulite.

Senza entrare nell’ aspetto psicologico, che può essere anche analizzato, soffermiamoci su quelle che possono essere cause piú funzionali. Alla base c’è un ristagno della linfa, che non riesce a risalire e si accumula negli arti inferiori dando vita alla cosiddetta pelle a buccia d’arancio.

La ritenzione idrica può provocare gonfiore e dare alla pelle un aspetto irregolare molto sgradevole. Questo effetto a buccia d’arancia, in parte causato da accumulo di liquidi, può essere parzialmente eliminato evitando alcuni cibi. Il cloruro di sodio, meglio conosciuto come sale, incoraggia la formazione di ritenzione idrica, non dobbiamo abusarne. Così lasciate da parte cracker, piatti pronti, patatine fritte e altri cibi saporiti. Questi sono i nemici della cellulite. Addio anche ad alimenti troppo ricchi di zuccheri come dolci industriali, biscotti e caramelle. Gli zuccheri infatti promuovono la secrezione di insulina nel sangue e contribuiscono al peggioramento della ritenzione idrica .

Per evitare ritenzione idrica scegliete una dieta per migliorare la circolazione sanguigna,  povera di sale equilibrata ma ricca di verdure e frutta. Optate anche per gli amidi, preferibilmente completi. Non dimenticate le proteine ​​che svolgono un ruolo importante.

Importante anche bere molto. La giusta quantità? Da 1,5 a 2 litri di acqua ogni giorno.Attenzione anche ai Soft drinks zuccherati. Ricordarsi di leggere le etichette e scegliere acque con sodio ridotto.

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on LinkedIn

One thought on “Che cos’è la cellulite e come affrontarla

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *