Come Sgonfiare la Pancia I rimedi che funzionano

La pancia gonfia è un segnale che il nostro corpo ci invia, provandoci ad avvertire che qualcosa non va, che le nostre abitudini quotidiane non sono salutari per il nostro organismo e possono essere nocive. Ce ne accorgiamo subito quando proviamo ad infilare quesi jeans che fino a qualche giorno fa entravano e ora fanno fatica ad allacciarsi, bisogna assolutamente sgonfiare la pancia.

Quei rumori che sentiamo durante l’attività gastrica ed intestinale si chiamano borgorigmi e possono essere il sintomo che qualcosa non va. I microrganismi dello stomaco non riescono a fare il loro lavoro, non assimilano correttamente gli alimenti che mangiamo ogni giorno. Ciò da’ vita ad un eccesso di fermentazione che provoca il gonfiore addominale o aerofagia.

Potrebbe essere un fenomeno passeggero e temporaneo legato nelle donne alla cosiddetta sindrome premestruale, ma il più delle volte è legato all’ alimentazione.

In quest’ultimo caso quindi è bene prestare attenzione alla dieta e agli alimenti che favoriscono la formazione di aria. Spesso il gonfiore può essere confuso con edemi provocati da una cattiva circolazione a livello venoso e capillare, vediamo come eliminarlo.

Indice

Causa del gonfiore alla pancia

Le cause possono essere tante, quante sono le scelte sbagliate. In alcuni casi, si segue un’alimentazione troppo ricca di cibi artefatti (quelli industriali), ricchi di zuccheri o di sale, con un bel carico di additivi e grassi, che appesantiscono il nostro corpo e innescano infi ammazioni che si ripercuotono su tutto il nostro organismo e in particolare sull’intestino.

Molto spesso, la ragione può nascondersi dietro a un esagerato consumo di zuccheri e di cereali raffi nati o di un eccessivo apporto proteico: un eccesso di carboidrati e proteine, si sa, scatena una serie di reazioni metaboliche che possono provocare un aumento dei
processi di fermentazione.

Un gonfiore all’ addome che invece si ripete spesso, quasi tutti i giorni può avere altre cause:

Gas inalati e prodotti da alcuni batteri: l’addome può gonfiarsi per l’incremento del volume dei visceri prodotti da batteri che si formano nella cavità addominale. In questo caso potremo soffrire della “sindrome del colon irritabile” quindi il gonfiore è accompagnato anche da dolore, diarrea, stitichezza, tensione, meteorismo.

Problemi epatici: i danni epatici possono essere causati da un’ abuso di alcool che porta ad un aumento della pressione sanguigna anche nell’ addome.

Problemi di cuore: un’ insufficienza cardiaca (condizione cronica in cui il cuore perde gradualmente la sua forza di spingere il sangue) può causare ritenzione idrica addomincale. Dato che i reni non sono stimolati a funzionare correttamente, le persone con insufficienza cardiaca tendono ad avere una ritenzione d’acqua su tutto il corpo, soprattutto negli arti inferiori, alle gambe e alle caviglie.

gonfiore allo stomaco

Grave carenza di proteine: i bambini nei paesi in via di sviluppo che non hanno un’alimentazione sufficiente spesso soffrono di ritenzione idrica grave all’addome. Il gonfiore delle pance dei piccoli bimbi africani che vediamo nei reportage è causato proprio dalla mancanza di apporto proteico. In Occidente coloro che seguono diete fortemente ipocaloriche per lungo tempo e non prestano la giusta attenzione a questo fenomeno possono soffrire di una versione leggera di questo fenomeno.

Sgonfiare la Pancia Rimedi

Qualsiasi possa essere la causa del vostro gonfiore all’addome è sempre bene consultare il vostro medico che, analisi alla mano, saprà indicarvi la giusta cura.

Quando è l’alimentazione la causa del dissesto intestinale, ce ne accorgiamo perché, anche se la pancia il più delle volte è già leggermente dilatata al risveglio, è subito dopo i pasti che il problema peggiora, per raggiungere poi l’apice a sera.

Molto frequentemente, non si consuma una quantità sufficiente di alimenti freschi, come verdura e frutta.

Massaggio

Quando il gonfiore è dovuto ad aerofagia, a sua volta legata soprattutto alle tensioni
nervose, il massaggio tuinà può offrirti un aiuto extra. Prima di tutto, ungi il pollice
con un unguento preparato diluendo 7-8 gocce di olio essenziale di salvia in un cucchiaino di olio di mandorle: ha un’azione rilassante sulla muscolatura liscia di stomaco e intestino.

Poi, con il polpastrello, disegna intorno all’ombelico dei cerchi concentrici sempre più grandi, procedendo in senso orario. Continua per 10 minuti circa e termina il massaggio
all’inguine sinistro.

Il trattamento attenua la tensione di stomaco e intestino. E agevola l’espulsione dei gas che
causano il gonfiore.

Alimenti che sgonfiano la pancia

Un dieta depurativa contro il gonfiore è ottima non solo per combattere il gonfiore che si concentra nella zona bassa come gambe e polpacci ma è ideale anche per avere un fisico tonico ed asciutto. La dieta è principalmente a base di frutta e verdura che regalano un importante apporto di vitamine e potassio con poco sodio, ideali per contrastare pelle a buccia d’arancio e ritenzione restituendoci energia.

Nella dieta ideale deve essere un apporto equilibrato di antiossidanti e sostanze naturali in grado di bloccare i radicali liberi, ovvero quelle molecole che aggrediscono la pelle facendola invecchiare e che contribuiscono anche alla formazione precoce di rughe.

Ogni cellula produce in un giorno da uno a tre miliardi di radicali liberi, un fenomeno che viene combattuto dai meccanismi di difesa del nostro corpo localizzati nelle stesse cellule. Non sempre però queste difese sono in grado di supportare tutto “questo carico” e devono essere integrati quindi con sostanze vegetali che contengono gli antiossidanti giusti. Proprio frutta e verdura, continuamente esposte alla luce del sole ed ossigenate, hanno sviluppato dei sistemi di difesa per proteggere dall’ ossidazione il loro Dna, ecco perchè è importante che siano presenti nella nostra dieta per la cellulite e la ritenzione idrica.

Non solo l’estate ma anche l’autunno e l’inverno mettono a disposizione ottimi prodotti della terra. Radici ricche di minerali come porri, carote, patate, rafano, zenzero, ravanelli e barbabietole. Assumiamo possibilmente prodotti di stagione perchè sono un concentrato di antiossidanti prodotti proprio dalle piante per difendere il proprio Dna dal freddo.
Ottimi quindi anche il melograno ed il radicchio oppure gli agrumi come arancio e limone oppure zucca e cachi. Buoni pure kiwi, broccoli e spinaci.

Carbone Vegetale: Noto anche come carbone attivo, è il jolly per l’aerofagia, qualunque
ne sia la causa. Si tratta di una polvere sottilissima ottenuta dalla legna, in particolare quella di salice e pioppo, fatta carbonizzare ad alte temperature, senza fiamma. Essendo
poroso, ingloba al suo interno i gas come una spugna, convogliandoli all’esterno con le feci. Si trova in pastiglie, prenderne da 50 a 100 mg al giorno, dopo i pasti, ma mai per più di 10 giorni di fila perché può causare stipsi. Inoltre, meglio distanziare di un paio d’ore l’eventuale assunzione di altri farmaci, poiché il carbone vegetale è in grado di ridurne
l’assorbimento.

Semi di Finocchio : Ricchi di oli essenziali, sono la soluzione ideale se l’aerofagia si
associa ad una digestione lenta e difficile: migliorano la motilità dello stomaco e il suo svuotamento, bloccando i processi fermentativi. Come prenderli Al naturale,
masticandone mezzo cucchiaino subito dopo il pasto.  Oppure in tisana, lasciandone in infusione un cucchiaino in 200 ml di acqua bollente, per 10 minuti. Le dosi: «Una tazza, dopo pranzo e cena, ma mai per più di una settimana di seguito: può avere
un effetto lassativo.

 

pompelmo rosaPompelmo: è un frutto ricco di Vitamina C e povero di calorie. Il pompelmo aiuta a bruciare più velocemente gli zuccheri, impedendo che si accumulino sotto forma di grassi e cuscinetti di cellulite. Inoltre il succo di questo frutto riduce la sensazione di fame, mentre mangiato a spicchi apporta le fibre e permette di controllare meglio l’appetito quando si segue una dieta per dimagrire. Il pompelmo inoltre contiene molti flavonoidi e soprattutto è ricco di naringenina, un potente antiossidante e di sali minerali come potassio e magnesio, mentre la buccia contiene oli essenziali come il limonene, il citrale e il pinene che svolgono un’azione antidepressiva. Solo 26 calorie per 10 cl di succo.

melogranoMelograno: è un concentrato di antiossidanti: flavonoidi, tannini, alcaloidi e vitamine A,B e C. Apporta circa 65 calorie per 100 grammi ed il succo è particolarmente ricco di acido ellagico, un composto della famiglia dei polifenoli a elevata capacità antiossidante. Ha anche proprietà astringenti, antiinfiammatorie e disinfettanti ottime per combattere cellulite e ritenzione idrica. Il melograno poi ha un’azione diuretica che aiuta l’organismo ad eliminare più velocemente i liquidi in eccesso.

cachiCachi: sono diuretici e lassativi; depurano il fegato e sono molto ricchi di betacarotene e contengono una buona percentuale di potassio. Cento grammi di polpa di cachi contengono 237 microgrammi di vitamina A e 23 di vitamina C che durante l’autunno e l’inverno proteggono l’organismo dai disturbi di stagione e ridanno smalto alla pelle. Attenzione se si segue una dieta dimagrante perchè 100grammi di polpa apportano circa 70 calorie, un solo frutto può pesare anche 300 grammi che in totale farebbero 200 calorie.

kiwiKiwi:
perfetto per un piccolo spuntino dato che 100 grammi di questo frutto danno 40 calorie. Ottimo durante l’inverno perchè contiene molta Vitamina C. Per la ritenzione idrica e l’accumulo di liquido è ottimo perchè contiene l’inositolo una fibra che aumenta la motilità intestinale assicurando un benefico effetto lassativo. Buono il contenuto di potassio e magnesio. Il kiwi ha un’azione diuretica e depurativa che contrasta la ritenzione ed il gonfiore. Presenza anche di vitamina E e di acido folico, due sostante antiossidanti.

Cibi che provocano Gas Intestinale

vanno evitati alcuni alimenti che provocano aria nell’ intestino e sono i seguenti:

Fagioli bianchi
Cavolini di Bruxelles
Cavolfiore
Topinambour
Cipolla
Sedano
Carota
Uva passa
Prugna
Banana
Albicocca
Germi di grano

Da consumare in maniera limitata anche: Patate, Melanzane, Agrumi, Mele, Prodotti di pasticceria, Pane

Alimenti Consigliati

2 COMMENTS

  1. Salve, la sera ho spesso questo fenomeno di gonfiore all’ addome, molto fastidioso, soprttutto da vedere.
    Si presenta indistintamente da quello che ho mangiato, non riesco a capirne il motivo.
    Da cosa potrebbe dipendere? Grazie per l’attenzione

  2. Ciao Michela, assicurati che non sia un fenomeno di meteorismo. C’è gas? Riesci regolarmente ad andare di corpo?
    Prova a mangiare lentamente, chi mangia veloce ingerisce a volte più aria. Evita cibi che favoriscono l’insorgere si gas
    nello stomaco come fagioli, ceci. Il carbone vegetale invece è ottimo per assorbire il gas in eccesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here