Dieta Detox I cibi consentiti e quelli no

Le diete Detox rappresentano dei veri e propri piani alimentari che hanno l’intento, oltre che di far dimagrire, di avere effetti disintossicanti sul fisico.

Alla base di queste diete c’è l’idea che buona parte del cibo che ingeriamo sia contaminato da ingredienti ritenuti non più necessari per la vita umana, ad esempio gli esaltatori della sapidità , coloranti alimentari , pesticidi e conservanti.

Alcune diete Detox, dall’ inglese detoxifying ovvero detossificare, comportano un consumo di cibo estremamente limitato, ad esempio solo acqua o succo di frutta, una specie di forma di digiuno.

Altre invece si limitano ad eliminare alcuni alimenti dalla dieta come i grassi, oppure il cibo “trasformato”. I fautori di questi piani alimentari sostengono che tutto ciò farà sì che il corpo bruci i grassi accumulati, rilasciando “tossine” nel sangue, che saranno eliminate attraverso il sudore, le urine, feci.dieta detox

I detrattori di questa dieta sostengono che un digiuno breve, di un solo giorno, non causa danni , ma uno prolungato sì, specialmente in pazienti che necessitano di alcuni alimenti.

A rendere comunque famose queste diete ci hanno pensato le star di Hollywood. Tra tutte Gwyneth Paltrow con la Clean Cleanse del dottor Junger. In questo caso la dieta dura 1 mese, 31 giorni.

-3 giorni di pre pulizia: si mangiano tra pasti “solidi” al giorno;
-21 giorni di pulizia: liquido a colazione, solido a pranzo e pasto liquido la sera, più una serie di spuntini “liquidi”;
-7 giorni di reintroduzione: si reintroduce il cibo, lo scopo di questa fase è quello di individuare quali alimenti lavorano per noi a lungo termine.

Cose che si possono mangiare durante la dieta Detox:

• ortaggi interi, verdure a foglia verde
• riso, cereali senza glutine
• fagioli, lenticchie
• tè verde, yerba mate
• pesce selvatico, pollo biologico e tacchino
• noci, semi e burro di noci
• avocado e cocco
• tutta la frutta

Cose che non si possono mangiare:
• prodotti lattiero-caseari
• glutine
• zucchero trasformato
• soia
• caffè, soda, alcool
• carne di manzo, carne di maiale
• mais
• pomodori, melanzane, peperoni,
• patate
• banane, fragole, arance, uva

Fase di pre Clean:
più avete consumato cibo caffè ed alcool in passato più tossine avete nel corpo. In questi 3 giorni iniziate a detossificarvi mangiando piano piano solo i cibi sopra consigliati.

Fase di Pulizia (detox):

  • Colazione: deve essere liquida. Niente solidi. Va bene latte di mandorle, cocco o riso non zuccherato. Possiamo addolcirla con la “stevia”, alternativa allo zucchero,  e aggiungere avocado e burro di mandorle.
  • Pranzo: la portata principale della dieta. Possiamo mangiare solidi, diamo un’occhiata agli alimenti consentiti.
  • Cena: stessa cosa della colazione. Possiamo fare delle eccezioni scambiando pranzo con cena per i solidi.

Bisogna far passare 12 ore tra un pasto e l’altro (8 ore per la digestione e 4 per una puliza profonda) e ovviamente durante la dieta bisogna bere acqua a sufficienza in modo da usare il bagno una volta ogni ora. Mangiare cibi ricchi di fibre: insalata verde, ciliegie, fichi, prugne, pere, aloe, succo di frutta, acqua calda con un limone spremuto, succhi di verdura verde.

Muovetevi: fate movimento ed esercizio fisico. Camminate almeno per 45 minuti al giorno, ciò aiuta anche a migliorare la circolazione sanguigna e ad evitare ristagni tossici linfatici. Per il calcolo peso forma andate sul sito in link.

Prendete il tempo per voi per rilassare la mente mettendo in atto degli esercizi come la respirazione diaframmatica , il rilassamento muscolare progressivo e la meditazione.

Non devi sovraccaricare il fegato con troppi grassi trans e di tipo saturo, e neppure con zuccheri, farine raffinate e additivi. Inoltre, un eccesso di questi alimenti causa obesità che, secondo una recente ricerca dell’Università di Los Angeles, è fra gli elementi che accelerano l’invecchiamento del fegato.
Devi consumare con moderazione anche le bevande alcoliche perché il loro eccesso può danneggiare quest’organo.
Infine, prima di assumere supplementi di vitamina A, D ed E consulta il medico.

Bere tanta acqua fate attenzione

Ci dicono tutti di bere tanta acqua e fare molta pipi’. È sbagliato pensare che aumentando il volume delle feci o delle urine si aumenti il numero delle scorie eliminate. Tutto ciò può essere addirittura rischioso.

L’acqua, infatti, nel nostro organismo è presente in larga misura all’interno del
tessuto connettivo, formato da cellule immerse in un fluido interstiziale. Il sistema linfatico
svolge due compiti fondamentali: il primo è quello di mantenere costante il volume e la
pressione del fluido extracellulare, il secondo è quello di sorvegliare il contenuto della linfa ed eventualmente stimolare la produzione di linfociti”.

In presenza di uno squilibrio fisiologico, i processi possono modificarsi o arrestarsi. Questo comporta un aumento di sostanze di scarto nello spazio extracellulare e di conseguenza un aumento di processi ossidativi, immunitari e infiammatori.

Per un profondo drenaggio è importante, quindi, assumere sostanze antiossidanti, immunostimolanti e che favoriscano la depurazione linfatica ed epatica.

Con il termine drenaggio (Tecnica codificata dal medico francese Henry Leclerc negli
anni ’20), si indica il processo in cui viene stimolato il flusso delle sostanze di scarto verso l’ambiente extracellulare e da qui, tramite il sistema linfatico e sanguigno, verso gli organi emuntori (fegato, pelle, intestino, polmoni, reni).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here