Integratori Anticellulite Cosa Sono e come Funzionano

Abbiamo già parlato dei trattamenti che possono aiutare a combattere la formazione della cellulite. Ci sono le creme, rimedi piú invasivi come la cavitazione medica oppure la radiofrequenza. Oggi parliamo invece degli integratori anticellulite. “SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO” dicevano gli antichi pensatori, un concetto spesso ribadito da medici e specialisti. Non possiamo considerarci in salute se la nostra dieta è ricca di grassi e zuccheri. Dato che la cellulite si forma anche in seguito alla ritenzione idrica, possiamo agire dall’ interno “integrando” ai nostri pasti quotidiani degli elementi che aiutano a smaltire le scorie e a migliorare il microcircolo.

Gli integratori, oltre a contenere principi attivi drenanti e destoccanti dei grassi, ricompattano la pelle. Se la tua cellulite è avanzata, l’ideale è che
apportino in più sostanze antinfiammatorie, come gli omega 3 e 6, il collagene puro e la vitamina C che, tra l’altro, aiutano a rassodare e a rinforzare le strutture di sostegno della pelle. Insomma delle sostanze preziose nutritive anche a livello del derma che riescono a ripristinare anche l’elasticità cutanea che, con il passare del tempo, tende a diminuire.

integratori-anticellulite

La cellulite dunque si forma a causa di un vero e proprio inquinamento dei tessuti e della riduzione dell’ossigenazione dovuta alle alterazioni del microcircolo sanguigno e linfatico, delle cellule adipose e della matrice interstiziale. Risente della particolare struttura del tessuto adiposo
femminile, che, anche se sottile, è fortemente condizionato dall’azione di ormoni estrogeni e per questo colpisce anche le donne magre o scolpitie dall’attività fisica. Oltretutto, spesso siamo noi stesse a fare il gioco del nemico, con cattive abitudini che inaspriscono la cellulite stessa, ad esempio vita sedentaria, dieta sbagliata, fumo, stress, assunzione di farmaci, alcool.

Ruolo degli integratori alimentari contro la cellulite

E’ bene fare un inciso: gli integratori alimentari raccomandati per il trattamento della cellulite non rappresentano una cura. Questi nutrienti assicurano essenzialmente che i processi di lotta siano rivitalizzati, contribuendo a ridurre il deposito di grasso e migliorare la ritenzione. Ad esempio, gli aminoacidi non combattono direttamente la cellulite né riducono la tendenza del corpo ad eliminarla. Tuttavia, sono fondamentali per i processi metabolici che mirano a metabolizzare i depositi di grasso. Questi amminoacidi sono necessari per garantire che la metabolizzazione del grasso avvenga nella maniera appropriata. Ciò significa che i lipidi sono utilizzati in misura maggiore per l’approvvigionamento dei bisogni energetici del corpo. Alcuni degli amminoacidi più importanti che sono comunemente presenti negli integratori anticellulite includono:

  • L-Carnitina
  • Acido linoleico
  • L-glutammina
  • L-tirosina

Allo stesso modo, alcune vitamine e minerali sono utili per garantire che nelle zone dove si accumula la cellulite (fianchi, glutei, addome, cosce) sia mantenuta una certa elasticità . Questo è fondamentale poiché il rilassamento cutaneao è il problema più comune associato a una significativa perdita di grasso. Alcune sostanze che possiamo assumere per aiutare a combattere la cellulite sono:

Vitamina E

La vitamina E è importante da due punti di vista. In primo luogo, migliora la circolazione dei fluidi corporei, aiutando il metabolismo generale del corpo. Questo , in maniera indiretta, significa maggiore mobilitazione (rottura) dei depositi di cellulite. In secondo luogo, la vitamina E è necessaria per mantenere l’aspetto liscio ed elastico della pelle il cui tessuto connettivo potrebbe altrimenti cedere a causa della perdita di materiale adiposo sottostante.

Quercia marina

il Fucus vesiculosus è un’alga che è anche un potente integratore anticellulite. Aumenta il metabolismo che porta alla perdita di grasso complessiva. È un ingrediente comune anche nelle lozioni che troviamo sul mercato. Preso oralmente, aumenta la circolazione e migliora la funzione regolatrice della ghiandola tiroidea. Una tiroide pigra può portare alla formazione della cellulite.

Calcio

Il calcio è un nutriente fondamentale per tutti, a tutte le età. Rinforza le ossa, combatte l’osteoporosi ed aiuta a frammentare le cellule di grasso corporeo. Questo elemento è inoltre fondamentale per avere capelli, pelle e unghie sani, favorisce l’elasticità della cute. Le donne e gli uomini di età compresa tra i 19 e i 50 anni hanno bisogno di assumere 1.000 mg di calcio al giorno. Le persone di età superiore ai 50 anni hanno bisogno di almeno 1.200 mg. Il calcio ovviamente si trova negli alimenti, in modo particolare nel latte e nei suoi derivati.

Antiossidanti

Consumare più antiossidanti Quelli come il coenzima Q10, l’estratto di pepe nero e l’estratto di radice di cannella possono aumentare la circolazione e minimizzare l’aspetto della cellulite. L’acido linoleico coniugato con acidi grassi, o CLA, può anche aiutare a bruciare il grasso corporeo e ridurre al minimo la panniculopatia edemo fibro sclerotica. Il consumo di tè verde, che è anche ricco di antiossidanti, può aumentare la capacità del corpo di bruciare calorie.

Omega 3

Gli Oli di pesce che contengono quantità maggiori di acidi grassi omega-3 sono necessari per ridurre la natura adesiva delle piastrine del sangue umano. Questo è un richiamo diretto per il meccanismo di circolazione del corpo che indirettamente aiuta a limitare la quantità di colesterolo sierico trattenuto e conservato come ad esempio grasso o cellulite. Oltre agli oli di pesce, altri oli come quelli di primula sono spesso utilizzati nella realizzazione di integratori nutrizionali per la cellulite, poiché sono ricchi di acido linoleico gamma o GLA (che ha un’azione simile agli acidi grassi omega-3).

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *