L’intralipoterapia per l’adipe in Eccesso Funziona?

L’intralipoterapia è un trattamento non invasivo e non chirurgico per combattere l’accumulo localizzato di adipe e conseguentemente anche di cellulite. Detto in maniera chiara e semplice.

Ma di cosa si tratta? Il medico chirurgo o un altro operatore specializzato infiltra una sostanza farmacologica chiamata fosfatidilcolina oppure una soluzione (Aqualyx) che ha un’azione lipolitica, ovvero di scioglimento e distruzione delle parti grasse.

intralipoterapia

Che cos’è la fosfatidilcolina? E’ una molecola appartenente ai fosfolipidi presente in vari alimenti come nel tuorlo d’uovo e nella lecitina di soia, oltre ad abbassare il colesterolo (quello cattivo) ha la proprietà di far metabolizzare al corpo umano i grassi. L’utilizzo che si può fare con tale molecola è quello topico, con gel o con creme alla fosfatidilcolina, oppure attraverso iniezioni.

Un po’ come accade con la mesoterapia, attraverso l’intralipoterapia si fa penetrare il prodotto mediante dei sottilissimi aghi  che penetrano direttamente la parte colpita da cellulite o da un accumulo di adipe. La differenza tra mesoterapia e intralipoterapia è che nella prima si utilizzano aghi piu’ corti, che lavorano piu’ in superficie, la seconda si spinge un piu’ in profondità.

Non c’è bisogno di anestesia, nemmeno quella locale, le iniezioni sono “quasi” indolori. Successivamente al trattamento si possono formare lividi o ponfi nella zona trattata, per questo molti medici consigliano delle calze elastiche contenitive per un paio di giorni.

Chi volesse evitare l’utilizzo di aghi c’è anche la possibilità di introdurre il principio attivo nel tessuto adiposo tramite piccoli impulsi elettrici che creano nella pelle dei canali “acquosi”, elettroporazione.

Sull’efficacia della fosfatidilcolina sono ormai quasi tutti concordi. Ad esempio in una ricerca effettuata dal Medical Center di Pasadena in California sono evidenziati i buoni risultati ottenuti con trattamenti di 3 mesi con gel e creme su una serie di pazienti.
I costi dell’ introlipoterapia sono variabili. In ogni caso difficilmente si scenderà sotto i 100 euro per seduta, con punte di duecento. Per risultati apprezzabili ci sarà bisogno almeno di tre o quattro trattamenti.

Intralipoterapia Funziona?

estratto di uno studio pubblicato QUI

La tecnica di intralipoterapia combinata con l’agente adipocitolitico appropriato si è dimostrata efficace in tutte le zone nella media del 76,7% dei casi. La variabilità è dovuta all’area trattata e al paziente.

La standardizzazione della tecnica, l’omogeneità del protocollo e la gestione del posttrattamento sono stati essenziali per standardizzare i risultati e minimizzare eventuali eventi avversi. Quest’ultimo si è verificato solo in una piccola percentuale dei casi, mentre quelli più gravi sono stati estremamente rari.

Conclusione:

Questo studio mostra come la tecnica intralipotapica, se eseguita correttamente con un appropriato dispositivo adipocitolitico e quando vengono prese le opportune precauzioni, possa essere efficace e sicura per ridurre i depositi di grasso sottocutaneo indesiderati.

Nel mondo delle possibili terapie non chirurgiche per la riduzione del grasso localizzato, l’intralipoterapia è ormai consolidata e in uso da oltre 15 anni: una tecnica diffusa nel campo della medicina estetica che prevede l’uso di sostanze adipocitolitiche (sostanze che lisano gli adipociti) da iniezione diretta nel tessuto adiposo con un ago lungo. La disponibilità di un’ampia gamma di preparati utilizzati per eseguire la tecnica, con dosaggi non standardizzati e protocolli non standardizzati, ha creato una diffusa confusione e una miriade di risultati, che sono spesso molto diversi tra loro.

Lo studio mira a valutare, sulla base dei molti anni di esperienza multicentrica degli autori, ogni aspetto della tecnica, vale a dire i materiali utilizzati, il protocollo, i dosaggi, la tecnica, la gestione postoperatoria e l’associazione con altri metodi.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here