La lipoasiprazione o liposuzione per la cellulite

La lipoasiprazione per la cellulite è l’intervento principe di quelli di tipo “chirurgico” ed ormai può essere fatta sulla maggiorparte dei soggetti che soffrono di adiposità localizzata con conseguente formazione di cellulite. “Lipoaspirazione”, “idrolipoaspirazione”, “liposuzione e liposcultua” o altri nuovi termini che vengono inventati sono pressappoco sinonimi, ovvero indicano la stessa metodica chirurgica, l’intervento cioè è sempre lo stesso.

La lipoaspirazione permette di eliminare, in una sola volta, gli accumuli in qualsiasi parte del corpo si trovino senza che residuino cicatrici, con una degenza brevissima e con poco o nessun trauma per il paziente. Infatti, praticando piccole incisioni in punti non visibili della zona interessata, vengono introdotte delle cannule di pochi millimetri. Queste cannule sono collegate a un particolare apparecchio aspiratore.

liposuzionecellulite

Come funziona

L’operatore, regolando caso per caso l’intensità dell’aspirazione e il movimento della cannula nel contesto dei tessuti dai quali si vuole eliminare l’accumulo, “aspirerà” le masse cellulitiche o adipose (la tecnica è utilissima anche per l’eliminazione di semplici accumuli di grasso) in modo “dolce”, non traumatico e adattabile caso per caso.

Si tratta in pratica di un vero e proprio rimodellamento (re shape). Subito prima dell’intervento, per rendere più agevole la fuoriuscita del materiale da aspirare, l’operatore può decidere se iniettare localmente delle particolari soluzioni che hanno lo scopo di rendere più fluido il materiale adiposo. Si tratta di soluzioni ipotoniche, che per differente pressione osmotica fanno “scoppiare” le cellule di grasso, e di sostanze “depolimerizzanti”, che servono a rendere meno consistente il tessuto fibroso.

lipoaspirazione prima dopo

lipoaspirazione prima dopo

In che zone del corpo può essere effettuata

Per poter introdurre la cannula i piccolissimi tagli Vengono effettuati a livello di:

  • piega del gluteo, per eliminare gli accumuli che si trovano sia localmente sia all’esterno delle cosce ( la cannula è, in questo caso, lunga e appositamente arcuata per giungere fino alla parte anteriore della coscia);
  • pube e margine interno dell’ombelico per gli accumuli addominali e dei fianchi ;
  • interno delle ginocchia, per queste, e interno delle cosce (in questo caso la cannula è particolarmente piccola e sottile); non si può parlare di incisione, ma di un piccolissimo foro;
  • mento, nuca, braccia, caviglie e mammelle (ginecomastia maschile); in questi casi vengono utilizzate cannule apposite, sempre molto piccole e sottili.

L’anestesia

L’intervento va praticato generalmente in anestesia generale, ma è comunque molto leggera. Si può, però, effettuare anche l’anestesia locale con sedazione quando gli accumuli riguardano una piccola zona e non sono di notevole entità. La degenza è breve ,meno di un giorno, e qualche volta può anche essere evitata. Dopo l’intervento vengono applicate delle bende adesive elastiche che devono essere mantenute per sette-dieci giorni, durante il quale il paziente può tranquillamente condurre la sua vita normale.

Senza Bisturi

non esiste una lipoaspirazione o liposcultura che dir si voglia che non sia un’operazione chirurgica. Le cannule devono “bucare” la pelle ed agire in profondità. E’ impensabile che una soluzione del genere possa essere effettuata senza generare cicatrici.

Con laser

esiste anche una lipoaspirazione con laser. Le cannule presentano in punta un generatore laser che “distrugge” gli adipociti favorendo un miglior drenaggio. Si tratta di una soluzione molto utilizzata in cliniche specialistiche, anche il decorso operatorio dovrebbe essere piu’ breve.

Lipoaspirazione funziona?

La lipoaspirazione è un ottimo metodo per combattere la cellulite, funziona in maniera definitiva, ma deve essere effettuata con una preparazione precedente. Il problema della cellulite è di origine vascolare e quindi prima si deve correggerlo;si lavorerà perciò per migliorare la circolazione venosa e linfatica, si potenzierà il tono muscolare per dare maggiore elasticità alla pelle della zona. La liposuzione può eliminare i depositi di cellulite ma non può curare il problema circolatorio.

Altra cosa importante è che la lipoaspirazione necessita di interventi post-operatori; le famose aderenze che si formano dove si verifica un trauma che possono dar luogo ad avvallamenti e rilievi.C’è bisogno quindi di massaggi adeguati, dell’ uso del laser, dell’elettroforesi per stimolare i muscoli.

Per concludere ricordiamo la scelta del paziente;non tutti sono idonei per la lipoaspirazione;un paziente obeso ad esempio dovrà prima dimagrire e poi presentarsi dal medico.

Cosa succede se aumento di peso dopo la lipoaspirazione?

Idealmente un paziente dovrebbe pesare meno dopo la liposuzione , i chili persi dovrebbero essere par al peso del grasso rimosso. E’ chiaro che la lipo aspirazione non deve essere fatta su soggetti obese, così come appare chiar che deve essere mantenuto un regime alimentare corretto ed un’attività fisica adeguata per non tornare dopo qualche mese allo stato di prima.

Rischi

essendo un’operazione chirurgica presenta sempre dei rischi che vanno dalla semplice formazione ed edemi che tendono a sparire dopo un paio di settimane alle più gravi infezioni, danneggiamenti agli organi per via del lavoro delle cannule e necrosi dei tessuti.

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *