Microterapia per la cellulite, cos’è ed i prezzi per le sedute

microterapiacelluliteLa microterapia si inserisce in quella tipologia di trattamenti detti “non invasivi” per ridurre o eliminare la cellulite. La panniculopatia come sappiamo rappresenta un’alterazione del tessuto cutaneo dovuta a diverse cause come ereditarietà, squilibrio ormonale, vita sedentaria, cattiva circolazione ecc. Tutti questi fattori o parte di essi contribuiscono a far accumulare liquidi che danno vita alla cellulite sottocutanea.

I cuscinetti di cellulite localizzata o diffusa molte volte hanno bisogno di un trattamento medico-estetico, specialmente se sono di formazione non recente, ma acclamati già da qualche anno. Non sono quindi sufficienti creme o applicazioni topiche e nemmeno massaggi, c’è bisogno di “qualcosa” che vada più in profondità, la microterapia appunto.

Che cos’è la microterapia? Di cosa si tratta?
Viene applicato un dispositivo a ventosa nella cui cavità è presente un piccolo ago sulle parti colpite dalla cellulite come cosce o glutei. L’ago servirà per veicolare sotto pelle una serie di farmaci che avranno azione drenante, lipolitica e anti infiammatoria. Il procedimento è lo stesso della mesoterapia, un pochino più leggero e meno invasivo, ma la sostanza non è molto diversa.

Ci sarà bisogno di circa 10 trattamenti di microterapia per la cellulite per venire a capo del nostro problema + alcuni richiami successivi di mantenimento. Le sedute possono essere effettuate con una frequenza settimanale mentre i prezzi per la microterapia oscillano tra i 50 ed i 70 euro, ovviamente dipende dal centro estetico che la esegue, dal suo blasone, dal luogo in cui si trova, ma anche dalla città dove risediamo. Non diciamo di andare all’ estero come accade per la mastoplastica, ma di sicuro in alcune città del sud Italia come Napoli, Bari, Catania si risparmia sulla microterapia rispetto a Milano, Bologna o Torino.

Controindicazioni della microterapia:
non ci sono grossi rischi nell’ affrontare questo trattamento (attenzione se siete allergiche ai farmaci che vengono iniettati), successivamente alle sedute potrebbero crearsi dei lividi sulla zona “lavorata” dovuti alla rottura di qualche capillare, nel giro di qualche giorno in ogni caso svaniscono.

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *