Ridurre la pelle a buccia d’arancia con l’Argilla

argillapelleLa pelle a buccia d’arancia è un inestetismo fastidiosissimo che solitamente colpisce cosce e glutei, per ridurla possiamo tentare con un rimedio naturale fatto in casa con l’argilla.
Questa sostanza è composta da un complesso omogeneo di minerali tra i quali c’è l‘alluminio, il titanio, silice, ferro, magnesio, potassio, calcio, sodio e oligoalimenti utilissimi per migliorare l’elasticità e la freschezza della pelle.

L’argilla quindi rappresenta un ottimo trattamento anticellulite utile per ridurre la pelle a buccia d’arancia.

Applicata sulla cute è in grado di assorbire per il fenomeno dell’ osmosi (passaggio di elementi attraverso una membrana) sia liquidi che prodotti di scarto del metabolismo e allo stesso tempo di cedere ai tessuti sali minerali drenanti e rassodanti. Grazie alla sua peculiare capacità di cedere piccole dosi di energia elettromagnetica attiva inoltre la rigenerazione dei tessuti connettivali.

Principali proprietà delll’ argilla:

  • assorbimento di acidi urici, tossine e dolori (viene utilizzata anche dagli sportivi come cura post trauma). Nel nostro caso è utile per l’assorbimento della cellulite che presenta una condizione infiammatoria della pelle caratterizzata da edema e dolori localizzati. L’argilla assorbe anche le scorie prodotte dal metabolismo e gli acidi urici che sono responsabili di una cattiva circolazione.
  • dona al corpo minerali: la finissima granulometria dell’ argilla favorisce l’assimilazione dei minerali che la costituiscono da parte della pelle, producendo una vera e propria azione ricostituente su tutti i tessuti.
  • E’ depurativa: grazie alla sua capacità di scambio cationico (scambio di ioni positivi) l’argilla è in grado di assorbire importanti quantità di acqua, tossine e gas. Depura l’organismo e combatte la ritenzione idrica eliminando i liquidi e i prodotti di scarto del metabolismo.

L’argilla è conosciuta come antico rimedio naturale dalle molteplici virtù, viene oggi utilizzata anche come preparato per impacchi contro la cellulite. Ne esistono vari tipi, di colore diverso, e ognuna con diverse proprietà curative. L’argilla ha una forte azione depurativa, ideale per la prevenzione e la cura della cellulite, ma per anche per la bellezza in generale delle gambe.

Può essere usata sia come bevanda sia come impacco. Nel primo caso è consigliata l’argilla verde ventilata, un cucchiaino in un bicchiere di acqua tiepida; si mescola in senso orario con un cucchiaino di legno per almeno un minuto, poi si lascia riposare per un quarto d’ora aspettando che la parte più pesante del composto si depositi sul fondo; l’acqua ottenuta si beve il mattino a digiuno.

Per l’impacco si può procedere nel modo seguente: si versano un bicchiere d’acqua calda e un cucchiaio di olio extravergine di oliva in un recipiente. Lentamente, girando con un cucchiaio di legno, si versa l’argilla verde fine e si mescola fino a ottenere un impasto dalla consistenza cremosa. Si può correggere l’eventuale durezza o l’eccessiva fluidità dell’impasto, aggiungendo acqua o argilla. Si applica, poi, l’impasto ottenuto, con uno spessore di circa mezzo centimetro, coprendo una superficie maggiore rispetto alle zone da trattare per la cellulite. Si avvolge la parte con un telo di cotone e poi con un panno di lana. Può essere usata anche della pellicola trasparente in plastica. Trascorsi 30 minuti, ci si può risciacquare. Si consigliano applicazioni a giorni alterni, fino a ottenere risultati apprezzabili.

All’argilla si possono aggiungere piante medicinali micronizzate (polverizzato finemente) in modo da raggiungere più rapidamente, con maggior successo, il risultato desiderato.

Impacchi di argilla per le gaambe

Come utilizzare l’argilla per la cellulite sul proprio corpo:
possiamo preparare un composto versando l’argilla (acquistabile in erboristeria o su Internet) in un recipiente con dell’ acqua e dell’ olio d’oliva e poi cospargerla sulla parte interessata dalla cellulite. Mantenere il composto per 30 minuti che si seccherà, dopodichè sciacquare.
Oppure possiamo creare una tisana a base di argilla ventilata. Si mette un terzo di 1 cucchiaino di caffè in mezzo bicchiere d’acqua tiepida. Si mescola e si fa decantare la notte. Il mattino dopo si beve lasciando il deposito in fondo al bicchiere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here