Che cos’è la cavitazione ultrasonica per la cellulite

cavitazioneultrasonicaNell’ ambito dei trattamenti non invasivi , quelli cioè che non hanno bisogno dell’ utilizzo del bisturi che provoca cicatrici o che prevedono l’utilizzo di aghi come nella mesoterapia cellulite, inquadriamo anche la cavitazione ultrasonica. Di cosa si tratta? E’ un intervento effettuato con uno speciale macchinario che sfrutta l’utilizzo di onde sonore “ultrasoniche” a bassissima frequenza e non udibili che, colpendo le masse cellulitiche e di grasso, rompono gli adipociti che vengono sciolti all’interno del corpo umano.

Ancora meglio e nello specifico: il processo di cavitazione ultrasonica riesce a creare dei vuoti “vacuum” nell’ epidermide che danno vita a delle piccole bolle, le stesse successivamente implodono rompendo la membrana che ricopre la cellula di adipe. Le onde sonore, superiori a 20 Khz, compiono due azioni: nella prima (ciclo di espansione) le molecole di liquido vengono allontanate, nella seconda (ciclo di compressione), le molecole vengono avvicinate e producono una pressione positiva sul fluido.

Nella bassa densità tissutale tipica ad esempio del tessuto adiposo e della cellulite la coesione molecolare è ridotta per la presenza di interstizi cellulari. Così, quando un tessuto viene sottoposto ad una pressione negativa del ciclo di espansione si producono una grande quantità di bolle di gas che si ingrandiscono fino a quando la decompressione (o espansione) non le fa esplodere. Tutto questo processo causa anche sviluppo di calore termico.

Nella pratica l’operatore che agirà sulla paziente passerà un manipolo collegato ad un macchinario. Non si percepirà dolore se non del calore sulla parte che si sta “lavorando”. La cavitazione ultrasonica è infatti utilizzata come rimedio per accumuli di adipe su pancia, addome, cosce, glutei, schiena, braccia sia per uomini che per donne e ovviamente per combattere la cellulite e la buccia d’arancia della pelle.

La fase successiva al trattamento con la Radiofrequenza della cavitazione ultrasonica è quella relativa al massaggio di linfodrenaggio che verrà effettuato per eliminare i liquidi di adipe e cellulite espulsi in maniera naturale attraverso l’attività renale.

I costi di un trattamento di cavitazione ultrasonica vanno dalle 70 alle 150 euro, molto dipende dal centro estetico che lo effettua e dalla città dove lo stesso è ubicato. La differenza del caro vita nelle varie città italiane si riflette anche nelle cure estetiche, quindi i prezzi della cavitazione ultrasonica a Roma saranno diversi di quelli praticati ad esempio a Napoli o a Milano. In ogni caso vengono proposti anche pacchetti di 10 trattamenti a prezzi che oscillano tra le 700 e le 1200 euro. Sono inclusi anche i massaggi linfodrenanti.

Meglio cavitazione estetica o liposuzione per la cellulite?

liposuzioneMeglio cavitazione estetica o liposuzione per eliminare la cellulite? E’ una domanda di difficile risposta. Partiamo col dire che sono i due trattamenti principe, quelli più utilizzati in campo estetico per combattere la panniculopatia edemato fibro sclerotica. La principale differenza è chirurgica. Mentre nella cavitazione estetica utilizziamo un apparecchio ad ultrasuoni che agisce in superficie andando a distruggere in profondità le cellule adipose, nella liposuzione interveniamo “chirurgicamente”, ci sarà bisogno infatti dell’ inserimento di microcannule nel derma nella parte colpita da cellulite.
Quindi possiamo considerare la liposuzione alla stessa stregua di un intervento chirurgico perchè ci sarà bisogno di un’anestesia e perchè subito dopo si creeranno delle cicatrici nel punto di inserimento delle cannule. Nessun taglio o incisione però è bene sapere a cosa si va incontro visto che bisognerà condurre analisi del sangue prima della liposuzione e successivamente bisognerà attendere la cicatrizzazione delle ferite. Per ultimo gli effetti indesiderati che vanno dall’ arrossamento, all’ematoma, alla flebite o a cose molte più importanti. Per questo è sempre bene affidarsi a esperti e a non banalizzare quella che è una vera e propria operazione chirurgica.

La cavitazione estetica è invece un intervento più leggero. Nessuna cicatrice, nessun inserimento di cannule, si agisce in maniera superficiale tramite ultrasuoni. Il medico guiderà sulla parte colpita da cellulite un dispositivo che a bassissime frequenze distruggerà le bolle che si trovano all ‘interno del liquido interstiziale che sono causa del nostro inestetismo e della famosa pelle a buccia di arancia. Successivamente i liquidi in eccesso saranno espulsi dal nostro corpo tramite i reni. Un massaggio drenante faciliterà l’espulsione.

A questo punto ci si chiede perchè scegliere la liposuzione pittusto che la cavitazione estetica. Tutto depone a vantaggio della seconda dato che può essere utilizzata anche per inestetismi su gambe, cosce, collo, braccia, glutei, addome, viso. Gli ultrasuoni sono efficaci ma non quanto la liposuzione se si tratta di interventi che devono asportare grosse quantità di grasso o fronteggiare molta cellulite localizzata in un sol punto. La differenza principale è questa: lì dove non arriva la cavitazione bisogna intervenire con la liposuzione o liposcultura.