Liposuzione con Ultrasuoni, la tecnologia Vaser

Di liposuzione ne abbiamo già parlato. E’ la procedura chirurgica di medicina estetica più eseguita al mondo. Permette di modellare il corpo con molta cura ed è l’unico modo risolutivo per eliminare l’adipe in eccesso. Attenzione però, non deve essere inquadrata come il metodo per combattere l’obesità.liposuzione vaser

La tecnologia medica nel corso degli anni è andata avanti e nel 2002 è stata approvata dalla Federal Drug Administratiom Statunitense, FDA, una nuova procedura commercializzata con il nome Vaser, dall’inglese Vibration Amplification of Sound Energy at Resonance. Si tratta di una tecnica chirurgica invasiva che utilizza la tecnologia ad ultrasuoni per “bruciare” il grasso in eccesso in maniera selettiva, preservando strutture come vasi sanguigni, nervi e tessuti connettivi.

Per la verità l’uso degli ultrasuoni che “assistono” la liposuzione è già in voga da diverso tempo (liposuzione UAL, ultrasound assisted liposuction), ma con la Vaser si è andati avanti riducendo di molto i problemi post operatori.

Come Funziona

Con la Vaser ci sono infatti meno complicazioni, la liposuzione può essere effettuata in anestesia locale ed il ricovero è molto veloce.

La procedura: le onde sonore vengono veicolate nella zona da trattare attraverso delle cannule molto fini, diametro compreso fra 2 e 3 mm. Le cellule adipose si rompono grazie all’effetto cavitazionale, vedi l’articolo a riguardo, ed il grasso viene trasportato all’esterno tramite cannule poco più larghe, come avviene in una normale liposuzione.

Dopo l’operazione si dovrà indossare un indumento che comprime la zona trattata per un paio di settimane. La pelle può apparire leggermente arrossata e calda dopo la procedura a causa del maggior afflusso sanguigno nella zona trattata. Questo problema dovrebbe risolversi nel giro di poche ore dopo il trattamento. Verranno prescritti antibiotici per evitare infezioni e nel caso antidolorifici. SI può tornare al lavoro nel giro di un paio di giorni.

foto prima e dopo liposuzione vaser

foto prima e dopo liposuzione vaser

Che zone può trattare

La liposuzione Vaser o Vasershape può essere eseguita per ridurre la consistenza di cosce, glutei, addome, per eliminare il grasso sotto il mento, nelle braccia e negli uomini per la riduzione del seno, ginecomastia. Il trattamento può essere abbinato anche a quello laser di Smoothshape.

Risultati ed efficacia

uno studio effettuato su un totale di 306 pazienti a Bogotà in Colombia e pubblicato su Pubmed, ha evidenziato risultati soddisfacenti in 257 pazienti (84%). Non sono stati riportati casi di necrosi cutanea , le complicanze minori hanno riguardato 20 casi di sieroma, 9 casi di leggere bruciature, e 5 casi di gonfiore prolungato.

Rischi

la liposuzione è una procedura estremamente sicura, ma è comunque sempre un’operazione chirurgica. Gli effetti indesiderati, oltre a quello estetico che potrebbe non corrispondere alle aspettative dei pazienti, possono essere riassunti infezioni, sanguinamenti, ulcere cutanee e lesioni nervose. La tecnica Vaser minimizza questi rischi.

Come per qualsiasi procedura chirurgica, la liposuzione è associata a determinati effetti collaterali comuni come lividi, gonfiori e intorpidimento temporaneo. Anche se l’ irregolarità della cute è un’opzione possibile che si presenti dopo la liposuzione, questo effetto collaterale è ridotto al minimo grazie alla tecnica UAL. Quando invece si utilizzano cannule più larghe, quelle della lipo tumescente, il rischio è maggiore.

Di seguito è riportato un elenco dei rischi più gravi, fortunatamente rari.

  • Coagulo di sangue nei polmoni
  • Perforazione intra-addominale con lesioni viscerali
  • Ematoma o Seroma
  • Danni ai nervi
  • Gonfiore o Edema
  • Necrosi cutanea
  • Reazioni avverse ai farmaci (dopo anestesia)

Prezzi

costi della metodologia Vaser: dipende dalla zona da trattare e dallo specialista. A partire da 4000 euro fino ad arrivare a 10-12 mila. Il costo è influenzato anche dalla città dove il medico opera. A Roma e Milano, specialmente nelle zone centrali, i prezzi sono più alti rispetto a città come Napoli, Bari, Catania e Palermo.