Eliminare Pancia Uomo Come si fa

Il grasso nei maschi si accumula nell’ addome e nelle donne su cosce e glutei. Questo a grandi linee e c’è anche una spiegazione. Dipende dalla distribuzione degli ormoni che hanno effetti sul metabolismo e sulla distribuzione del grasso localizzato. Ad esempio alti livelli di estradiolo comportano una una distribuzione ginoide (legata alla donna), con preferenza su glutei e cosce.

Poco testosterone fa crescere il deposito di grasso intraviscerale. Il cortisolo fa aumentare l’accumulo sulla schiena. L’insulina invece sull’addome. La prevalenza di ormoni femminili, androgeni, li aggiunge sulla schiena.

Ciò che noi chiamiamo pancia è in realtà costituito da due tipi di grasso. Il primo è quello sottocutaneo. È esteticamente evidente, ma meno pericoloso: è quello che forma i famosi rotolini che tocchiamo con le dita. L’adipe addominale più propriamente detto è quello viscerale: si chiama così perché circonda gli organi, come fegato e intestino. Il grasso della pancia è un problema multifattoriale, cioè non c’è una sola spiegazione, ma più cause, che bisogna conoscere
per contrastarle.

Perchè accumuliamo grasso sulla pancia.

Cause legate al cibo

Ovviamente ci sono anche altri tipi di cause per cui il grasso va a finire sulla pancia degli uomini. In primis l’alimentazione che fa crescere il deposito di grasso. Lo zucchero è il principale imputato, ma ci sono pure carboidrati poveri di fibre e ad alto indice glicemico.

  • eccesso di zuccheri: Un’alimentazione nella quale sono presenti troppi zuccheri e carboidrati semplici (dolci e cereali raffinati) favorisce, attraverso l’azione dell’insulina, il deposito di acidi grassi soprattutto sul girovita.
  • eccesso di cortisolo: Stress, ma anche diete troppo rigide stimolano le ghiandole surrenali a produrre più cortisolo e adrenalina, i quali spingono il corpo a mettere in circolo più grasso e a “stoccarlo” sull’addome.
  • calo estrogeni: il calo degli ormoni, per quel che riguarda la donna, al termine dell’età fertile, è sicuramente un fattore che spiega quella pancia che compare quando ci si avvicina alla menopausa.
  • vita sedentaria: muoversi poco riduce il dispendio calorico e la posizione seduta, che limita la motilità intestinale, allarga la circonferenza.

Come alimentarsi

prima di partire col parlare di esercizi che eliminano o comunque riducono la pancia nella parte addominale, vediamo l’alimentazione corretta per partire con il nostro progetto.

La paste e il pane non devono essere demonizzati ma dobbiamo preferire quelli INTEGRALI. Attenzione al “finto integrale” che è realizzato con la crusca, lo scarto. Come fare a riconoscerli? Dal prezzo. Un chilo di pasta con grano italiano, di qualità, integrale o seminitegrale non costa meno di 7 euro al chilo. Via libera anche a legumi e cereali, poi frutta e verdure in quantità.

Dobbiamo assumere anche grassi salutari che si possono trovare nella frutta secca, nei semi (semi di lino) e semi oleosi, avocado, burro d’arachidi e alcuni oli come l’olio extravergine d’oliva, no l’olio di semi e olio di palma, e l’olio di cocco.

Quante calorie al giorno

affidatevi ad un nutrizionista o a un dietista. Potete calcolare il vostro indice di MASSA CORPOREA, BMI, con questo tool molto semplice.

Indice BMI CORRETTO per un Uomo (Organizzazione Mondiale della Sanità):

Indice massa corporea tabella
>16 molto magro
16.00 – 16.99 visibilmente sottopeso
17.00 – 18.49 lievemente sottopeso
18.50 – 24.99 PESO IDEALE
25.00 – 29.99 sovrappeso
30.00 – 34.99 Obesità di prima classe
35.00 – 40.00 Obesità di seconda classe
>40.00 Obesità di terza classe

Il corretto apporto giornaliero di calorie dipende ovviamente da quello che fate, se siete sedentari oppure no, se fate sport. Possono andar bene 2000 calorie al giorno come 2500. Anche in questo caso ci viene in aiuto questo tool che calcolare le calorie necessarie a seconda delle attività fisiche che abbiamo fatto. Utile anche acquistare un braccialetto fitness come questo. Vi avvisa quando siete troppo seduti, misura il battito cardiaco, consiglia quante calorie bruciare e l’attività da fare, anche una semplice camminata va bene.

 

Come si brucia il grasso

Ovviamente gli esercizi migliori per ridurre l’adipe localizzato sono gli addominali. Ma non sempre portano a risultati considerevoli. Ovvero  possiamo “spaccarci di addominali” ma senza successo. Dobbiamo abbinarli ad attività aerobica ed anaerobica. Ovvero dobbiamo far salire il battito cardiaco per bruciare il grasso.

Il modo migliore per dimagrire  quello di fare un sacco di esercizio cardiovascolare. Alcune attività idonee sono:

  • Passeggiare a passo veloce per almeno 30 minuti
  • Jogging
  • Nuoto
  • esercizi aerobici
  • Andare in bicicletta

… e gli sport ad alta intensità come lo squash, il tennis, il calcio, il beach volley ed il basket. Tutto ciò che porta la frequenza cardiaca in alto e la tiene alzata per almeno venti minuti fa bruciare i grassi.

Come si perde il grasso sottocutaneo, la vostra pelle diventerà più tesa. Come il grasso all’interno i muscoli diminuisce, la cute vi apparirà più tonica e meno flaccida.

Tutti i metodi per rinforzare l’addome

Camminare

Camminando si mettono in moto tutti i muscoli addominali. Assicurati di oscillare le braccia e contrarre il tronco mentre passeggiate e mantenere un ritmo sostenuto. Una volta che ci siete abituati a fare una passeggiata quotidiana iniziate a camminare per almeno trenta minuti .

I pesi

L’allenamento con i pesi non solo aiuta il metabolismo, ma rafforza anche le ossa. Gli uomini che lavorano con i pesi hanno meno probabilità di sviluppare l’osteoporosi in vecchiaia rispetto agli altri.

Yoga

Yoga è ugualmente efficace a rafforzare il corpo, in particolare gli addominali e schiena. Migliora la postura e creare un aspetto più snello. Pilates e gli esercizi che si fanno sul tappetino sono ottimi. La cosa importante è che trovare un’attività che ti piace fare.

Addominali

concludiamo questo articolo con un video sugli esercizi idonei per avere la famosa “tartaruga” sull’ addome. Ovviamente tutto ciò deve avvenire di pari passo ad un’alimnetazione sana e attività aerobica.

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *